Beatrice Papi

 

 

Beatrice Papi, la conosciamo sul set dei "Giorni dell'Apocalisse", frettolosamente durante una pausa delle riprese, questi sono            alcuni scatti, chiedendogli di raccontarsi,e raccontare    quest'esperienza.                     

 

<< Sono una persona molto curiosa, mi piace viaggiare                      

e conoscere le diverse culture per comprendere nuovi modi

di vivere la vita. Mi occupo di formazione, lavoro con e "per" i ragazzi giovani in cerca del loro futuro lavorativo (forse perché sto ancora cercando il mio!).

Mi piace ogni forma di arte dalla poesia, alla pittura, alla scultura, dal cinema al teatro.

Per me le relazioni tra le persone sono la cosa più importante che un individuo ha. E alla base di ogni nostra azione deve esserci passione e amore!  >>

 

 

 

<<  Il mio personaggio nel film è Milady. Sono il braccio destro della baronessa. Mi occupo di gestire "la servitù". Sono austera, cattiva, glaciale, disumana e non sorrido mai. In pratica tutto l'opposto di come sono nella realtà! Mi è piaciuto molto rappresentare questo personaggio, mi ha dato modo di confrontarmi con una persona che non vorrei mai essere. Il regista mi ha detto: "Fai come se fossi un comandante nazista" ed io c'ho provato!  >>

 

 

<< Girare "I giorni dell'Apocalisse" è stato divertente.

 Molti degli attori li conoscevo, in quanto facciamo

parte del mondo del volontariato per diverse associazioni del territorio.

Ci sono stati momenti di tensione, non essendo

tutti professionisti, che puntualmente venivano

stemperati da una battuta di qualcuno e dalle

risate degli altri.

Una gran bella esperienza!

Un grazie a Leonardo, a tutti i partecipanti,

alle truccatrici, ai fotografi e allo staff tecnico

che ha lavorato per noi!  >>



prodotti, editoriale

Studio

...tra i nostri amici...

cerimonie & racconta...

Events